Vinaora Nivo Slider 3.x

    Centro Interdipartimentale di Ricerca sull'Iconografia della Città Europea

    Provincia di Napoli

    Progetto Provincia di Napoli 2008-9

    Perimetrazione dei centri storici della Provincia di Napoli

    Responsabile scientifico del progetto: Prof. Cesare de Seta

    Comitato scientifico: Prof. Alfredo Buccaro, Prof. Salvatore Di Liello, Prof. Leonardo Di Mauro, Prof. Fabio Mangone.

    Ricercatori: Gaetano Amodio, Francesca Capano, Olga Ghiringhelli, Maria Iaccarino, Marco luliano, Petja Miltenov, Gabriella Musto, Paola Carla Verde, Massimo Visone.

    L’art. 18 della L.R. 16/2004 definisce i compiti della pianificazione provinciale; in particolare il comma 2a) stabilisce che essa «individua gli elementi costitutivi del territorio provinciale, con particolare riferimento alle caratteristiche naturali, culturali, paesaggistico-ambientali, geologiche, rurali, antropiche e storiche [in modo che possa poi]  detta[re] disposizioni volte alla tutela ed alla valorizzazione dei beni ambientali e culturali presenti sul territorio» (comma 2d). La ricerca, condotta dal Centro di Iconografia, grazie ad un finanziamento della Provincia di Napoli ed in particolare dell’Assessorato all’Urbanistica, risponde a questa richiesta, analizzando i centri della Provincia, escluso il caso Napoli, ed individuando le qualità della trama urbanistica attraverso la ricostruzione della sua storia.

    Il gruppo di ricercatori del Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea dell’Università Federico II, guidati da Cesare de Seta ed Alfredo Buccaro, ha potuto portare a termine questo lavoro grazie ad una esperienza di lunga durata e di sicura qualificazione negli studi di storia urbana. Il metodo utilizzato e sperimentato proprio dal gruppo di ricerca utilizza i documenti cartografici e le altre rappresentazioni della forma urbana per integrarli nelle fonti più tradizionali ed elaborare la storia urbanistica come momento della storia delle comunità locali. In questo specifico progetto di ricerca anche un altro dato è stato intrecciato cioè il rapporto tra gli insediamenti e il loro hinterland, alla ricerca della storia di antropizzazione di un territorio, mettendo in evidenza, caso quanto mai raro, la vasta quantità di opere pubbliche profuse nel corso dei secoli e la loro influenza sia nel determinare lo sviluppo e la forma degli insediamenti umani quanto per costruire un ‘paesaggio culturale’.

    Elemento emerso dalla ricerca è la relazione tra il singolo centro e quelli più o meno vicini, che ha reso possibile anche riconoscere raggruppamenti e di definire perimetri territoriali quali quelli dell’organizzazione ecclesiastica (vescovadi, parrocchie, ecc.), amministrative, feudali

    Altro dato emerso è la differenza tra l’architettura della costa e quella dell’entroterra. In particolare, con riferimento ai centri minori, nel corso del tempo si affermano dei centri egemoni su aree più o meno estese e più o meno ricche di attività e di organizzazione territoriale.

    Altro elemento di fondamentale interesse è la riconoscibilità, all’interno del sistema urbano, di una gerarchia.

    Una verità, forse banale, ma spesso offuscata dai processi di omologazione dei cambiamenti a scala urbana recenti e precisamente a partire dalla seconda metà del XX secolo, caratterizzati in genere da edilizia povera di qualità, che ha modificato in peggio  la dignità urbana di molte città della provincia e la cultura urbana fortemente caratterizzante la diversità specifica di alcune aree. Riportiamo di seguito la suddivisione degli ambiti territoriali:

    La cintura del capoluogo

    Paesaggi perduti. L’hinterland napoletano  e la mutazione dell'identità urbana

    - Schede campione: Casoria;Frattamaggiore; Giugliano in Campania.

    I Campi flegrei

    I centri storici dell’ambito flegreo: Cuma, Bacoli, Miseno, Monte di Procida, Pozzuoli e Procida ed i comuni dell’isola d’Ischia

    - Schede campione: Pozzuoli;  Bacoli; Procida; Ischia; Forio.

    La costiera vesuviana

    Tra il Vesuvio e il mare: centri urbani e siti reali

    da San Giorgio a Cremano a Castellammare di Stabia

    - Schede campione: San Giorgio a Cremano; Ercolano; Torre del Greco;  Torre Annunziata; Pompei; Castellammare.

    L’area vesuviana interna

    Gli insediamenti dell'entroterra vesuviano

    - Schede campione: Boscoteccase;  Ottaviano; Somma.

    L’agro nolano

    Città e territorio dell’Ager Nolanus in età moderna

    - Schede campione: Nola; Acerra; Pomigliano d’Arco.

    La costiera sorrentina e Capri

    Il tessuto storico della città di Sorrento, gli insediamenti lungo l'antico tracciato "Stabia-Surrentum" e l'isola di Capri nei primi anni del Novecento

    - Schede campione: Vico Equense; Meta; Piano di Sorrento; Sant’Agnello; Capri.

    © 2017 CIRICE. All Rights Reserved.